Il quinto tempo su Alessandria Today

  • Tempo di lettura:3 minuti di lettura



 
da Alessandria Today
 
 

Il nuovo lavoro poetico di Paolo Parrini, intitolato “Il Quinto Tempo” e pubblicato da Samuele Editore, si rivela una profonda esplorazione della concezione ermeneutica dell’esistenza. Con una maestria poetica che abbraccia l’inquietudine della realtà e preannuncia la solitudine, Parrini ci guida attraverso un mondo carico di significati spirituali ed emotivi.

Riflessioni Intimiste e Dialogo Interiore: Le poesie di “Il Quinto Tempo” sono un invito a una riflessione intimista, un viaggio nel pensiero umano che si frantuma in innumerevoli sfaccettature del sentire. Parrini raggiunge l’essenza dei ricordi, intrecciando il tessuto poetico con vibranti riflessioni che ogni sentimento regala al suono prolungato e autentico della parola.
 
Ritratto Esistenziale e Affinità Profonde: Paolo Parrini ritrae il paesaggio esistenziale con una rappresentazione carica di estensione poetica, romantica e lucida. Evitando il rischio di svanire nel distacco dell’assenza, misura la consapevolezza della nostalgia nelle eclissi relazionali e concentra l’ispirazione nel patrimonio commovente delle sincere affinità.
 
Dissolvenza del Dolore e Consolazione Taumaturgica: “Il Quinto Tempo” varca la dimensione del divenire, presentando il dono delle immagini in continua trasformazione. Paolo Parrini scardina il legame tra le stagioni dell’essere e la cadenza ciclica delle apparenze. Sconfina l’orizzonte dell’estetica dell’effimero, declinando la destinazione della soggettività umana nell’etica cognitiva dello sradicamento.
 
Elegia, Memoria e Speranza: La funzione elegiaca della poesia di Parrini forma l’unicità dell’uomo, scandendo le oscillazioni del cuore e plasmando le contratture del presentimento. Attraverso il cammino poetico, si discioglie nel selciato mutevole di ogni viaggio errante, incrocia la malinconia carismatica della perplessità e regala al lettore una visione completa, elegante e delicata.
 
Un Invito alla Continuità e alla Conoscenza: “Il Quinto Tempo” è un’opera che ci insegna a cercare dentro di noi stessi, rinnovando la proiezione del mondo e della nostra interiorità. Parrini suggerisce di anteporre alla fugacità la continuità come strumento di conoscenza, alimentando il fuoco dell’arte persuasiva. Un’esperienza poetica che incanta e invita a esplorare la vastità dell’animo umano.

Pier Carlo Lava

 
 
Continua su Alessandria Today