Poeros – Gruppo 77

copertinapoeros_(1024_x_768)
 

 
 

POEROS
La sensualità nelle parole della poesia

 

Gruppo 77
(Alessandro Dall’Olio, Claudia Zironi, Piera Anna Masia, Rachele Bertelli, Enea Roversi, Francesca Teggia Droghi, Alessandra Piccoli, Anna Rizzardi, Silvia Secco)

 

Primo volume della Collana I Folli diretta da Silvia Secco

pag. 70
Isbn. 978-88-96526-67-5
Prezzo: 11 €

 
 
 
 

La poesia, anche in questo momento di individualismi e diffuse solitudini sociali, può ricondurci a lenire le ferite individuali. Addirittura permetterci abbracci altrimenti sconosciuti. La poesia ha sempre offerto qualcosa che va oltre le vite di ciascuno, il suo fiume paziente deve essere capace di trasportarci da un punto singolo a un luogo universale. Perché è un’esperienza generatrice per chi scrive e per chi l’accoglie. Come scriveva Auden, “Esiste una sola cosa che ogni poesia deve fare: lodare tutto ciò che può, per il fatto che esiste e che accade”.
La poesia tiene accesa in ognuno di noi una scintilla di umanità, ed è un ponte che ci connette gli uni agli altri, anche in questo periodo storico dominato soprattutto dal calcolo e dalla convenienza occasionale. Lo scrivere poetico rivela l’essere, e rivela il rapporto che l’essere ha con gli altri. Quel rapporto umano su cui si basa l’origine del Gruppo 77.
Questo gruppo, che ho l’onore inestimabile di condurre, è un ensemble di poeti che si è formato a seguito della prima edizione della rassegna Portici Poetici 2013, che ho ideato e organizzato con il principale intento di avvicinare le voci di chi scrive poesie a Bologna (per nascita, per domicilio o per ispirazione). Da quella esperienza alcuni amanti della poesia hanno voluto continuare a trovarsi per confrontarsi, includere e conoscere. Da lì il cammino è stato bellissimo: attraverso la volontà e l’impegno (indispensabile in ogni aspetto della vita) abbiamo raggiunto tantissime persone in magnifici vicini e distanti altrove, abbiamo creato oltre 50 eventi poetici un po’ ovunque, abbiamo creato collaborazioni con altre forme artistiche, abbiamo prestato le nostre voci ad altri autori, abbiamo scritto per solidarietà sociale, siamo stati un tramite per avvicinare sempre più pubblico alla poesia, approdando al Festival Mondiale del Libro di Cork in Irlanda, approdando al Festival Virgilio di Mantova, approdando con un evento satellite al Festivaletteratura, e lasciando ogni approdo più ricchi di conoscenze e sorrisi per continuare questo nostro “fare”, questo nostro comune schiudere la bellezza dei versi. La nostra è una “combattività” sognante e ostinata, un continuo completarsi – persone e arti – a vicenda.
Poesia è fare, null’altro.
Ora approdiamo con emozione, enormemente grati alla mente illuminata di Alessandro Canzian di Samuele Editore, anche a un primo volume di una collana editoriale, I Folli, che ha, nello spazio dell’autore, il nome del nostro gruppo.
Quando abbiamo creato lo spettacolo/reading “Poeros” (i cui testi sono contenuti in questa raccolta) siamo partiti da ciò che avvicina gli esseri umani dalla notte dei tempi: l’amore fisico e il desiderio. O meglio: i versi ispirati dal dio dell’amore fisico e del desiderio.
Poetesse e poeti che fanno parte del Gruppo 77 (provenienti da diverse parti d’Italia) accomunati dal tema dell’eros, attraverso le loro personali scritture. La sensualità poetica di quando la ragione viene meno, della resa all’ineluttabile, della passione della carne.
Erotismo, passione, senso, sesso.

dalla prefazione di Alessandro Dall’Olio

 
 
 
 
 
 

Il gruppo 77

ll Gruppo 77 è un gruppo di poeti e di appassionati, che si è formato a seguito della prima edizione della rassegna Portici Poetici 2013 ideata e condotta da Alessandro Dall’Olio, che ha voluto avvicinare le voci di chi scrive in versi a Bologna (per nascita, per domicilio o per ispirazione).
A seguito del successo della manifestazione che si è tenuta all’enoteca “Vino Al Vino” di via S. Stefano 77 (quindi 77 come numero civico, non come citazione letteraria o politica), da appassionati dei versi come lo sono coloro che fanno della poesia – e della sua diffusione – una condizione primaria, alcuni autori che erano presenti alla rassegna hanno voluto continuare a trovarsi per parlare di poesia, per confrontarsi, discutere, includere e conoscere.
Un modo di stare insieme, di ricreare comunità, come fin dall’antichità era primo risultato del fare poesia. Perché la poesia è un’esperienza generatrice per chi scrive e per chi l’accoglie.
Il Gruppo 77 cerca con costanza luoghi belli o bellissimi dove organizzare eventi poetici – unendo i versi ad altre forme artistiche – a Bologna, in regione o in altre parti d’Italia, per portare la poesia tra il pubblico, per non tenerla chiusa nel buio dei capoversi e dei luoghi istituzionali.
Il Gruppo 77 ha partecipato al Cork World Book Fest 2015, unico gruppo italiano di poeti ad essere invitato all’importante festival di letteratura mondiale in terra d’Irlanda.
www.gruppo77poesia.it